La ricetta originale del Whiskey Sour e i consigli per prepararlo al meglio

Il classico Whiskey Sour cocktail sta tornando di gran moda per l’ora dell’aperitivo, soprattutto tra gli appassionati della mixology più pura, che non esitano a gustare questo sour whiskey con l’aggiunta di albume d'uovo. Proprio come vuole la tradizione e come riporta la ricetta dell’IBA (International Bar Association)

Certo, preparare un Whiskey Sour senza uovo è possibile, ma la schiuma densa e spumosa creata shakerando con energia questo drink è la ciliegina sulla torta per degustarlo al meglio. Oltretutto, come vedremo, è anche molto semplice da ottenere, perché per creare questa bevanda non serve essere bartender. Bastano alcuni accorgimenti e il gioco è fatto!

Vediamo allora alcuni suggerimenti per preparare un perfetto Whisky Sour secondo la ricetta originale e la nostra variante d’eccellenza: un Whiskey Sour in busta monoporzione per chi ama la comodità ma non rinuncia alla migliore qualità sul mercato.

Whiskey Sour: ricetta originale

Ragazzi che brindano a un aperitivo a base di Whiskey Sour cocktails

Il Whiskey Sour può essere considerato come il padrino di una delle tipologie di cocktail più antica e rispettata, i Sour. Questi miscelati a base di distillato, succo di agrumi e zucchero nel tradizionale rapporto 2:1:1 hanno dettato le regole per tutte le preparazioni di cocktail successive, comprese quelle odierne. A questa nobile famiglia appartengono alcuni dei drink più famosi e apprezzati in assoluto, come il Vodka Sour, il Daiquiri e il Margarita (questi, però, sono tutti senza albume).

La prima traccia scritta della ricetta del Whiskey Sour risale al lontano 1862, quando questo drink compare sul celebre “Bartender’s Guide” del mitico barman americano Jerry Thomas. La ricetta recita: 

“(Use a small bar-glass.) Take 1 large teaspoonful of powdered white sugar dissolved in a little Seltzer or Apollinaris water.

The juice of half a small lemon
1 wine-glass of Bourbon or rye whisky
Fill the glass full of shaved ice, shake up and strain into a claret glass. 
Ornament with berries.”

Come si può notare, né l’albume d'uovo, né lo sciroppo di zucchero erano inizialmente presenti nella preparazione del Professore. Sono state le mode e le evoluzioni successive del cocktail ad aggiungere l’albume d’uovo, un ingrediente fondamentale per raggiungere quella texture morbida e avvolgente imprescindibile per un sour cocktail superlativo. 

Vediamo allora come preparare al meglio questo drink con whiskey seguendo alcune semplici indicazioni nella scelta degli ingredienti e nella loro preparazione.

Whiskey Sour: ingredienti

Gli ingredienti per un Whiskey Sour cocktail da manuale sono i seguenti:

  • 45 ml di Bourbon whiskey
  • 25 ml di succo di limone appena spremuto,
  • 20 ml di sciroppo di zucchero,
  • 20 ml di albume d'uovo pastorizzato.

N.B. Questo ultimo ingrediente può essere sostituito con un’alternativa vegana, l’aquafaba. Considera però che la sua aggiunta è un must per un eccellente  Whiskey Sour, perché addolcisce il sapore aspro del limone e, soprattutto, crea una schiuma compatta, ricca e vellutata. 

Whiskey Sour: preparazione

Ecco 5 consigli da barman per un sour whiskey perfetto:

  1. Scegli il whisky giusto. Se ami il Rye Whiskey - whiskey di segale caratterizzato da un gusto pungente e speziato - puoi utilizzarlo, ma considera che il sapore più morbido del Bourbon americano arricchisce il drink di meravigliosi sentori di vaniglia, miele e caramello.

  2. Shake, Shake, Shake. Ci sono due fasi di “shaking” per la versione del cocktail a base di albume. La prima è nota come “dry shake”, ossia shake a secco, senza aggiungere il ghiaccio. Serve ad aerare gli albumi ed è eseguita incorporando il whiskey, il succo di limone, lo zucchero e l’albume in un Boston shaker, che andrà shakerato energicamente e con movimenti ampi e decisi. Successivamente, aggiungi del ghiaccio nello shaker e shakera una seconda volta per raffreddare il tutto.

  3. Filtra due volte. Puoi eseguire un double strain appoggiando lo strainer al bordo dello shaker e filtrando contemporaneamente il drink in un bicchiere a coppa con un colino a maglie fini, così da intrappolare i pezzi di ghiaccio e la polpa del limone.

  4. La ciliegina sul cocktail. Dopo aver filtrato il tuo Whiskey Sour non resta che finire in bellezza. Guarnisci con una golosa ciliegina al maraschino e mezza fettina d’arancia.

Cosa rende eccezionale il Whiskey Sour Spirito Cocktails?

Whiskey Sour in busta Spirito Cocktails

Se desideri assaporare un Whiskey Sour perfetto e ricercato ma non vuoi caricarti di tante bottiglie e strumenti, la soluzione è il Whiskey Sour in bustina di Spirito Cocktails. 

Un’unione bilanciata di zucchero, albumina, succo di limone fresco e il miglior Bourbon artigianale del Kentucky prodotto con mais di altissima qualità e invecchiato tre anni in botti di quercia americana bianca con la classica bruciatura interna di terzo livello.

Facile e veloce da realizzare, ti basterà del ghiaccio e un bicchiere per goderti la migliore esperienza di mixology dove e quando decidi tu, grazie al pratico drink in busta trasportabile in borsa o in valigia.

Versalo direttamente sul ghiaccio oppure shakeralo per qualche secondo...scommettiamo che una volta che l’avrai assaggiato non vorrai bere altro!


Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published