Cocktail pestati: la tecnica perfetta

Oggi parliamo dei cocktail pestati, una tipologia particolare di drink che, a differenza dei cocktail non pestati, richiede di schiacciare e pestare delicatamente alcuni ingredienti per liberarne i sapori e le essenze.

I pestati sono senza dubbio tra i cocktail più richiesti in assoluto ed evocano immediatamente lunghi aperitivi al tramonto e party estivi. Mojito, Caipirinha e Caipiroska sono forse i più celebri, ma ogni giorno i barman si cimentano nella creazione di nuovi drink pestati da proporre ai propri clienti.

Vediamo allora qual è la tecnica per preparare un cocktail pestato da manuale e quali sono i pestati più celebri. Ma prima di tutto...

...cosa sono i cocktail pestati?

Barman prepara dei cocktail pestati con lime e zucchero su un tavolo

A differenza dei cocktail mescolati o shakerati, i pestati (in inglese muddled drinks) sono drink molto freschi e aromatici, caratterizzati da una base di frutta, erbe, spezie pestate a mano assieme a lime, zucchero di canna o zucchero bianco. A questa base si aggiungono poi il ghiaccio e vari ingredienti, alcolici o analcolici.

Come pestare un cocktail alla perfezione

Per pestare un cocktail bisogna prima di tutto dotarsi di un muddler, ossia un apposito pestello di acciaio, plastica o legno (attenzione a quest’ultimo: richiede moltissima cura e pulizia) che servirà per schiacciare gli elementi sul fondo del mixing glass o dello shaker. 

Attenzione che il bicchiere o lo shaker non siano di plastica, perchè potrebbero frantumarsi.

Tecnica per cocktail pestati eccezionali

La tecnica dei cocktail pestati di per sé è molto semplice e si basa su una regola fondamentale: non ridurre in poltiglia gli ingredienti! 

La preparazione di un cocktail pestato, infatti, è un processo delicato e gentile, che serve a sprigionare l’essenza e gli oli naturali degli elementi, mescolandoli leggermente.

Ecco 4 semplici step da seguire:

  1. Utilizza un bicchiere robusto con una base solida (di solito è un tumbler alto o basso) oppure uno shaker da cocktail.
  2. Metti i tuoi ingredienti sul fondo.
  3. Premi lievemente il muddler verso il basso e ruotalo facendogli compiere un mezzo giro. 
  4. Ripeti questa operazione dalle 4 alle 6 volte fino a quando gli ingredienti non saranno sufficientemente mescolati.

Consiglio bonus: è possibile aggiungere i vari ingredienti in momenti diversi, così da ottenere consistenze e mescolanze differenti. Gli spicchi di lime e lo zucchero possono essere pestati per primi e richiedere qualche giro in più, mentre elementi delicati come le foglie di menta o le fragole possono essere aggiunti successivamente, per non danneggiarli o lavorarli troppo. 

Cocktail pestati famosi

Mojito pestato in un bicchiere di vetro con un muddler e delle foglie di menta accanto.

Tra i miscelati più rappresentativi di questa categoria abbiamo soprattutto cocktail pestati alla frutta e alle erbe aromatiche, ma esistono anche pestati con gin o analcolici. In questo articolo approfondiremo solo i pestati più classici: Mojito, Caipirinha, Caipiroska e Mint Julep.

Mojito

Il cocktail cubano pestato per eccellenza è il Mojito, che si prepara con una base di 2 cucchiaini di zucchero di canna pestato con 3 cl di succo lime e 4-6 foglie di menta, a cui si aggiunge ghiaccio fino a colmare il bicchiere, uno splash di soda e 4 cl di rum bianco.

Se ami il cocktail pestato di Cuba, prova anche il Mojito pronto da bere Spirito Cocktails, con rum dei Caraibi taglio 12 anni, infuso di foglie di menta fresca, sciroppo di zucchero e una spruzzata di succo di lime.

Caipirinha

Questo famoso cocktail con lime è il drink nazionale brasiliano e si basa sulla miscela bilanciata di tre ingredienti: cachaca, lime e zucchero di canna. 

Anche in questo caso, la base del cocktail è un pestato di mezzo lime (tagliato in 4 parti più sottili) e 2 cucchiaini di zucchero di canna, a cui si aggiungono poi ghiaccio abbondante e 5 cl di cachaca.

Caipiroska

Variante del Caipirinha, il Caipiroska è un cocktail con vodka, lime e zucchero di canna.

La preparazione è la stessa del drink brasiliano originale, l’unica differenza è che sostituisce la cachaca con la vodka e che lo zucchero di canna utilizzato è di qualità chiara. 

Mint Julep

Il Mint Julep è un drink molto fresco e aromatico, originario del sud degli Stati Uniti.  Per prepararlo bisogna pestare leggermente un cucchiaio di zucchero di canna con un goccio d’acqua, così da scioglierlo. 

A questo composto si uniscono 4 rametti di menta fresca che, però, non andranno pestati ma solo pressati leggermente con le mani perché rilascino il loro aroma senza diventare amari. Si aggiunge poi del ghiaccio e il bourbon whiskey (6 cl).


Cosa ne pensi dei cocktail pestati? Lascia un commento con il tuo parere!









Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published