Cocktail Invernali da gustare quando fuori fa freddo

L’inverno è alle porte e il freddo si fa sentire. Cosa c’è di meglio allora che scaldare le proprie serate in casa da soli o con gli amici con dei cocktail invernali caldi e profumati? 

Abbiamo selezionato per te alcuni dei più classici cocktail caldi a base di morbidi distillati e aromi di agrumi e spezie, perfetti da portare in tavola anche come cocktail di Natale per brindare e festeggiare con i propri cari.

Cocktail invernali semplici e buonissimi

Eggnog

Eggnog cocktail

L'Eggnog fa parte di quelle tipiche bevande calde invernali che scaldano il cuore e celebrano il periodo natalizio. Onnipresente nella drink list invernale dei bar americani e inglesi, l’Eggnog come lo conosciamo oggi risale all'inizio del 1800, con la particolarità che veniva preparato con una base di whiskey nell’entroterra americano mentre, nelle grandi città benestanti della costa, lo bevevano con brandy, rum o vini fortificati.

Il drink è arrivato in America attraverso le navi dei primi coloni inglesi, ma esistono testimonianze scritte che una bevanda simile a base di uova, spezie, latte e fortificata con birra o vino fosse famosa già nel medioevo con il nome di Posset, una miscela “medicinale” bevuta nei mesi più freddi.

La ricetta dell'Eggnog prevede di unire in una tazza un cucchiaio di acqua e uno di zucchero, fino allo scioglimento di quest’ultimo. Si aggiunge poi un uovo e, con l’aiuto di un montalatte, si emulsiona il tutto. Lo spirito prescelto (90 ml di rum, brandy o whiskey) va poi scaldato e aggiunto nella tazza con 90-120 ml di latte caldissimo, sempre mescolando, completando con una spolverata di noce moscata in superficie.

Hot Toddy

L’Hot Toddy - conosciuto in Irlanda anche come “whisky caldo” - scalda subito l’atmosfera ed è facilissimo da preparare. Basta unire a dell’acqua bollente (circa 8,0 cl) due cucchiai di miele, chiodi di garofano e una stecca di cannella per l’infusione, aggiungendo poi del whiskey (5,0 cl) e mezza fetta di limone.

A differenza di altri cocktail natalizi come il vin brulè, il wassail o il sidro caldo, un Hot Toddy cocktail fatto come si deve ha un buon equilibrio tra acidità e dolcezza ed è leggero e idratante, senza essere eccessivamente dolce. Perfetto da bere dopo cena mentre si guarda un film o si fa una partita a un gioco da tavolo.

Una deliziosa variante del classico Hot Toddy è il nuovo H.O.T. Cocktail,  un whiskey sour da bere caldo disponibile in un elegante box invernale da regalare a chi ami, per un piacere goloso da gustare tutto l’inverno.

H.O.T cocktail invernali Spirito Cocktails

Profumato e avvolgente come una coccola, H.O.T. è un cocktail after dinner a base di morbido whiskey, miele, cannella, zenzero, anice stellato reso ancora più delicato dall'aggiunta di succo di mela.

La bevanda ideale per concludere in bellezza le passeggiate in montagna o le giornate sugli sci. Provalo dopo cena, per rendere ancora più piacevoli le serate invernali con gli amici.

SCOPRI LA NUOVA WINTER EDITION BOX!

Grog

Si dice che il drink sorseggiato dai marinai di Moby Dick (nonché da Hagrid, nella saga di Harry Potter) sia stato inventato verso la fine del ‘700 dal vice ammiraglio Edward “Old Grogram” Vernon della marina inglese, quando alla razione quotidiana di rum dei marinai aggiunse dell’acqua e del succo di lime, così da evitare casi di ubriachezza e scorbuto.

Oggi, il classico Hot Grog è un cocktail molto amato nei mesi più freddi per via del suo profumo inebriante e del gusto pieno, morbido e avvolgente dato dal rumPer prepararlo basta mettere in infusione:

  • acqua bollente (7,5 cl)
  • miele (3 cucchiai)
  • succo fresco di mezzo lime
  • rum scuro (3 cl)
Per un gusto ancora più caldo e speziato, si possono aggiungere all’infusione anche scorze di arancia, anice stellato e cannella.

Irish Coffee

Irish Coffee

L’Irish Coffee è un cocktail accogliente e incredibilmente facile da preparare a base di caffè zuccherato, whisky irlandese e panna montata. 

Per prima cosa, bisogna scaldare per qualche minuto la tazza con acqua bollente, che poi andrà gettata per far spazio al cocktail. Tradizionalmente, l’Irish Coffee viene servito in una tazza di vetro e il preriscaldamento previene le crepe che si possono formare con un calore improvviso. 

Quindi, si scioglie un cucchiaino di zucchero di canna nel caffè caldo (120 ml) e si aggiunge il whisky irlandese (50 ml), mescolando bene. Infine, si unisce la panna montata fresca per formare una copertura morbida e spumosa. 

Per la ricetta servono 50 ml di panna tassativamente fredda di frigo, perché non si sciolga immediatamente ma formi una bella nuvola fluttuante sul drink.

Blue Blazer

Ultima ma non ultima, una bevanda calda davvero spettacolare che vale la pena citare anche se...è decisamente meglio non prepararla a casa

Il Blue Blazer cocktail è uno dei drink più iconici di Jerry Thomas - il mitico “Professore”, padrino dei bartender di tutto il mondo - che in questo drink ha unito gusto e spettacolo. 

Come ha dichiarato in un'intervista, l’ispirazione per il Blu Blazer è nata mentre si stava cimentando nel suonare il violino. La tecnica di miscelazione - decisamente scenografica - prevede che il cocktail venga incendiato e versato da una mug all’altra quattro o cinque volte.

Per prepararlo servono 12 cl di whisky scozzese e 12 cl acqua bollente, che vanno poi infuocati e mescolati passando il drink da una tazza all'altra, creando lunghe, spettacolari fiamme blu. Per estinguere la fiamma si copre la tazza e si versa il tutto in un bicchiere, aggiungendo un cucchiaio di zucchero e mescolando bene.

 

E tu, quali cocktail invernali preferisci? Scrivicelo nei commenti!

 

Riferimenti

  • “Liquid intelligence”, Dave Arnold
  • “Twist on classic - I grandi cocktail”, Jerry Thomas Project
  • “Quasi quasi me la bevo”, Eric Killkenny 
  • https://barmanitalia.it/whisky-hot-toddy/
  • https://www.diffordsguide.com/cocktails/recipe/982/hot-grog 

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published